IL FESTIVAL 2016

Nell’anno del 150° anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, Torino saluta l’estate con un simbolico ponte musicale tra Oriente e Occidente. La quarta edizione del Torino Classical Music Festival vuole infatti essere un omaggio alle atmosfere del Sol Levante che hanno saputo suggestionare e ispirare le note dei più grandi compositori del mondo.

Dal 12 al 17 luglio Piazza San Carlo torna a essere uno splendido palcoscenico a cielo aperto, capace di sedurre torinesi e turisti con opere, sinfonie e concerti proposti dalle nostre eccellenze: l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, l’Orchestra Filarmonica di Torino, con la partecipazione di grandi interpreti e solisti.

Accanto agli appuntamenti in piazza, il cartellone è arricchito dall’offerta di Musica alle Corti: un affascinante percorso artistico alla scoperta dei cortili dei palazzi barocchi più belli della città, accompagnati dalle note dei giovani musicisti, italiani e stranieri, dei Conservatori di Torino e del Piemonte. E ancora, nella cornice del nuovo grattacielo Intesa Sanpaolo, un omaggio dell’Academia Montis Regalis alle Quattro stagioni di Vivaldi, che evoca quel legame culturale e commerciale che ha unito Venezia e l’Oriente.

In una città che da sempre vanta un’offerta musicale unica in Italia – dalla storia quarantennale di Settembre Musica all’autorevolezza delle stagioni concertistiche del Teatro Regio, dell’Auditorium Rai, dell’Unione Musicale, di Lingotto Musica, dell’Orchestra Filarmonica di Torino e dell’Accademia Stefano Tempia – Torino Classical Music Festival rappresenta una grande festa popolare, gratuita, per favorire la partecipazione autentica degli appassionati e del pubblico che spesso per la prima volta si affaccia all’eccezionale patrimonio della musica d’arte.

Un ringraziamento speciale va a tutti coloro che, attraverso un indispensabile sostegno economico o mettendo a disposizione competenze e servizi, rendono possibile, per i torinesi e per i turisti, questa nuova preziosa esperienza di bellezza e di conoscenza, continuando a credere, a fianco della Città, nella cultura come motore fondamentale di crescita individuale e collettiva.